Home  > LA CUCINA E LO SHOPPING  
Home
LA CUCINA E LO SHOPPING

 

La Cucina e lo Shopping

LA CUCINA TURCA

La cucina turca è molto ricca di pietanze e si distingue per la varietà e la fantasia con le quali vengono preparati i piatti, spesso a base di ingredienti come frutta, verdura, carne e pesce, accompagnati da spezie.

I dolci sono molto originali e gustosi.

La colazione turca è particolarmente ricca, composta da: çay (tè), ekmek (pane bianco), beyaz peynir (formaggio fresco - pecorino), tereyagi (burro), zeytin (olive), simit (ciambelle salate con semi di sesamo), bal (miele), reçel (marmellate di frutta), sucuk (salsiccia), pastirma (salame piccante).

Il pranzo comincia di solito con una zuppa di verdure e legumi o con della pasta seguita da una sfiziosa e lunga serie di antipasti, tra cui il börek, una sottile sfoglia di pasta ripiena di formaggio o di carne tritata e insalata di melanzane con aglio e yogurt. Tra le pietanze tipiche della cucina turca, troviamo i dolma (foglie di vite ripiene di riso), oppure cetrioli, pomodori e peperoni ripieni, il pilav (riso condito, uva passa e pinoli), il doner kebap (carne di agnello arrostita su uno spiedo verticale), il manti (pasta ripiena di carne macinata, yogurt, aglio e peperoncino), lo sis kebap (spiedini di montone), le çig köfte (polpettine di carne cruda lavorate con grano e peperoncino), la pizza turca, sottile sfoglia di pasta ricoperta di carne d'agnello o formaggio.

Tra i dolci tipici troviamo l'asurè (una minestra piuttosto densa e dolce con frutta secca, fagioli e piselli secchi da gustare fredda), i kadayif (vermicelli di pasta con zucchero, noci, mandorle e panna montata), Il muhallebi (purè di riso al latte, budino di farina di riso), i lokum (dolci con fecola, gomma arabica e zucchero) e i più conosciuti baklava ( pasta sfoglia, miele, noci, pistacchi).

Tra le bevande più diffuse il caffè turco, il raki, una specie di acquavite e l'ayran, succo di yogurt.

ENOLOGIA

L'Anatolia è stato uno dei primi paesi al mondo a produrre il vino.

Lo si beveva come un rituale già nel 2000 A.C.

Gli imperatori ittiti usavano offrire il vino agli dei per ringraziarli. Alcuni bassorilievi che ritraggono queste scene si possono ammirare nel museo delle civilizzazioni anatoliche. I maggiori centri produttori di vino sono: Ankara, Göreme e Yozgat in Anatolia, Tekirdag, Mürefte, Sarköy, le isole di Marmara e di Avsa, Bozcaada, Izmir, Sirince, Denizli, Güney e Sal nella regione del Mar Egeo. In Anatolia, la regione dei vini per eccellenza, il vino è delizioso e a buon mercato.

ACQUISTI

Lo shopping è uno dei grandi piaceri per chi compra in Turchia e la grande varietà dell'artigianato turco fa sì che il turista non riesce a resistere alle tentazioni di acquistare qualcosa. Oltre ai più moderni oggetti si possono trovare gli oggetti dell'artigianato tradizionale provenienti dai villaggi e dalle province. Si possono trovare oggetti per la casa e per la cucina, oltre ad una serie di oggetti decorativi del tradizionale stile turco.

Gli oggetti più richiesti dai turisti sono naturalmente i tappeti. Ma sono interessanti anche gli oggetti in pelle, l'argento, le ceramiche, i vasi di bronzo e di porcellana, l'onice, i ricami e i famosi sali marini turchi. In Turchia la pelle e il cuoio sono molto importanti, così come tutti i tipi di vestiti ed altri oggetti come borse, cinture , scarpe venduti a prezzi sorprendenti. Nei grandi negozi delle principali città, si possono trovare molti capi di abbigliamenti fatti con una pelle e un cuoio molto raffinati.

Se cercate qualcosa di più particolare potete comprare un "nargile" oppure comprare un gioco del backgammon e imparare cosi il gioco nazionale turco. L'unica difficoltà che incontrerete nel fare shopping in Turchia sarà quella di scegliere tra centinaia di tentazioni.

 

 

 

 

Site Hosted by RDN

 
 
Home

PRESS & NEWS 2011
PRESS & NEWS 2010
PRESS & NEWS 2009
PRESS & NEWS 2008
SPAZIO ESPOSITIVO
LIBRI TEDA PROJECT
DESTINAZIONI
SITI UNESCO